Ecco alcune argomentazioni a sfavore dell’uso:

  • le sigarette elettroniche perpetuano il rituale del fumo e non sono un mezzo utile per smettere di fumare;
  • contengono agenti cancerogeni e sono un possibile rischio alla salute;
  • offrono un modo delizioso, apparentemente innocuo, di fumare
  • introducono nell’organismo sostanze chimiche come glicol propilenico, glicerina, nicotina, aromi
  • liberano particelle liquide ultrafini, che vengono assorbite attraverso i polmoni

Mentre gli esperti ancora discutono gli effetti presunti, il consumo di sigarette elettroniche è in rapido aumento.

Nella pubblicità, il fumo diventa “verde”, non si produce cenere e si può fumare quasi ovunque. La dose di nicotina può essere regolata e l’aroma scelto: ciliegia, vaniglia, ananas, tutto ciò che la chimica sa produrre.

Aggiungiamo che non esiste uno studio sugli effetti a lungo termine di queste miscele chimiche.

Poiché le sigarette elettroniche non contengono tabacco, non sono ufficialmente regolamentate dallo Stato.

La rete di Consulenti Edili OCD sostiene l’iniziativa del “Centro Ricerche sui Tumori (DKFZ)” tedesco e della “Coalizione per il non fumo” a favore dell’emanazione di una regolamentazione legale sulle sigarette elettroniche con e senza nicotina.

Link a http://www.dguht.de/uploads/1/4/8/7/14871300/initiative_e-zigarette-gefahren_und_forderungen_an_die_regierung.pdf

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.